Post

Visualizzazione dei post da febbraio 27, 2008

Altre città

Immagine
Ho esplorato altre città nel buio della notte.
Mentre i tormenti da virus premevano occhi e corpo
alle lenzuola fetide di sudori e lamenti, mentre dunque
vagavo nelle pesanti aure del male dentro la lattigine
degli antibiotici doverosamente prescritti,
e il buio della mente mi restituiva alla sua natura
di melma, mi scoprivo intorno altre città costrutte.

La profonda Luya. Intessuta di reti di ragno
e luminosa di improbabili scie di lumache, in bilico
sulla cima della mia testa, l'ho scoperta incerta
se crollarmi dentro o restituirsi all'altrui immaginario,
risparmiandosi i quesiti dell'eterna pellegrina.

La livida Infra. Le strade di fasce e sangue
ininterrotte lungo le periferiche paludi
del cuore, la città percossa dal battito impazzito
e punta dalla secchezza di ogni respiro, aderiva
al mio tronco come un gheriglio al suo ruvido guscio.

La limpida Suprema. Invisibile fabbrica dell'invisibile,
lampo e stordimento, introvabile magazzino di quanto
non si può cercare e stringere nella ce…