sabato 17 maggio 2008

La luna che incontrò l'elicottero

A occidente un riflesso del sole ancora schiariva il cielo dietro le case alte in cima al monte-città. Ma la notte aveva ormai invaso ad oriente tutto lo spazio dove governava da qualche ora la luna, prima diafana, trama di vaghe trasparenze, poi intensamente luminosa, fredda e muta. L'elicottero spezzò il buio più in basso, molto più in basso, le luci intermittenti parvero appena fiorate dal riflesso della luna. Nessuna stella. Oltre i bagliori delle luci urbane stanziava il ronzio roteante dell'elica. Si incuriosì la luna, per sua natura abbastanza assente, concentrata com'era sulla sua bellezza, si incuriosì e attese che l'elicottero ripassasse ancora una volta per capire meglio. - Ehi - gli disse - ehi, ehi. - Ma l'elicottero era ormai solo una luce rossa pulsante nel totale buio della notte, che aveva intanto divorato l'orizzonte tutto intorno.

Si sono tenuti il 16 marzo 2019, a Potenza, i primi tre Tour del LAP Laboratorio permanente di Arte Pubblica nelle postazioni urbane d...