mercoledì 26 febbraio 2014

DONNE, REDDITO E CONTRIBUTO DOMESTICO

   Il sesso debole: le donne, deboli di certo,  perché non vincono a braccio di ferro con un uomo, ma non certo perché non in grado di sollevare dagli impegni casalinghi l'uomo di casa, ed è proprio per questo motivo, perché troppo impegnata a gestire la quotidianità casalinga, che,  secondo le statistiche Istat, produce meno reddito dell'uomo.
A questo punto, se ci si rendesse conto del valore del suo continuo lavoro, sarebbe doveroso renderle merito non solo erogando contributi a suo favore, ma offrendo una concreta opportunità di autonomia lavorativa, alimentata mediante un disegno forte e condiviso.

Carmen Laraia
Il famoso manifesto del 1942 in favore del diritto delle donne al lavoro

martedì 25 febbraio 2014

Ordinanza Fermata BUS Posta Via Messina

      Forse  non tutti ricorderanno che in data 28 Gennaio 2013 entrò in vigore il nuovo programma di esercizio del  Trasporto Pubblico Urbano con l’istituzione di nuove linee urbane, nuovi percorsi e di alcune nuove fermate degli autobus.
In particolar modo la novità andò ad interessare il tratto di Via Messina che collega, a senso unico, Via Ancona con il tratto a valle della stessa Via Messina in corrispondenza dell’Ufficio Postale, lungo circa 300 metri, tale tratto però, non presentava fermate del bus e ciò costringeva i residenti della zona e gli utenti di Posta e TPU a spostamenti disagevoli per raggiungere le più vicine fermate BUS: per sopperire a tale mancanza, ad oggi, il dirigente del reparto mobilità - sport e politiche giovanili Mario Restaino ha istituito in Via Messina, nel tratto in corrispondenza dell'ufficio Postale ivi ubicato, 2 nuove fermate BUS per la linea urbana n.12 "Cerreta-Piazza Vittorio Emanuele II", una al lato destro a scendere verso Viale Firenze e l'altra al lato opposto di Via Messina in direzione Via Ancona, così da facilitare e infittire il trasporto urbano.

Cosa ne pensano i cittadini?
Scriveteci, pubblicheremo i vostri commenti e le vostre richieste.

Carmen Laraia




domenica 5 gennaio 2014

Per lunghissimi anni casa Laraia è stata allietata dagli zampognari. Appuntamento fisso. Abitudine per alcuni anni poi abbandonata, che tristezza! Gli zampognari si erano messi in pensione. Si sa, gli anni passano anche per gli zampognari. Ma ecco che quest'anno il miracolo si è rinnovato. Hanno bussato alla porta tre zampognari, uno di loro è il fratello di quello che per anni ha visitato la nostra casa per la novena. Un po' di spavento per i piccoli nipoti , non abituati a sentire dal vivo il suono forte e aspro della zampogna. Ma l'atmosfera del Natale si è subito creata, con le emozioni di sempre. Ho chiesto agli zampognari di inviarmi una breve nota sulla loro attività, ed ecco le loro parole: "Ogni anno le luci colorate, gli addobbi scintillanti preannunciano l’arrivo del Natale, ma l’atmosfera si tinge di un tono davvero festoso, quando nell’aria riecheggiano le note gioiose degli zampognari.
Gli Zampognari della Nicola Loisi Band nascono quasi per caso, un pomeriggio d’inverno, quando nel ricordare l’infanzia e le sere di Natale trascorse in famiglia, comprendono di avvertire lo stesso ideale: dar valore alle tradizioni dei loro nonni e vivere da protagonisti un’esperienza apprezzata, fino a quel momento, solo come spettatori. Ed è, infatti, per questa ragione, che durante le festività natalizie, tre intraprendenti lucani, Giuseppe Spera alla zampogna, Antonio Petrullo alla ciaramella e Nicola Loisi con il suo organetto, da molti anni, ormai, si adoperano per rallegrare le vie cittadine e far visita alle famiglie o a chiunque voglia condividere con loro la musica regale che, nella notte Santa, accompagnò la nascita del Pargoletto.

Tuttavia, l’intento e la voglia di salvaguardare e tramandare negli anni l’importante patrimonio culturale e musicale lucano, sono stati tanto forti da spingerli a tramutare la loro arte in un vero e proprio mestiere. Infatti, sotto il nome di “Nicola Loisi Band”, questi vivaci artisti, cambiando all’occorrenza la formazione, mediante l’inserimento della voce femminile, chitarra e sax, realizzano un meraviglioso spettacolo di musica leggera, folk e liscio romagnolo, ideale per matrimoni, feste di piazza o di altro tipo, che già in molti hanno avuto modo di ascoltare e apprezzare.".


giovedì 26 settembre 2013

LAP Laboratorio Permanente di Arte Pubblica


LAP Laboratorio permanente di Arte Pubblica | Public Art Award
Sintesi delle attività 2009 -2013 (in corso)


Dal Local al Global, come è stato sottolineato nella conferenza stampa di presentazione del 9 luglio 2013, si è sviluppato in Basilicata il LAP Laboratorio permanente di Arte Pubblica, grazie all’Associazione Art Factory Basilicata, che l'ha lanciato nel 2009 come laboratorio urbano nella città di Potenza ed ha operato per la sua espansione sul territorio dell’intera Regione Basilicata come primo progetto di Arte Pubblica a scala regionale in Italia, coinvolgendo, tramite il Public Art Award, artisti nazionali e internazionali nella progettazione di opere ad hoc in video e fotografia, opere che traggano spunto da tutto il territorio della Basilicata indagato e rappresentato nelle sue tradizioni e nella sua storia, ma con lo sguardo verso il contemporaneo e il futuro.
Il LAP Basilicata, che ha coinvolto i due Capoluoghi di regione e 4 Comuni lucani, è ormai una realtà, ovviamente in progress, avendo l'obiettivo di espandersi in tutti i 131 Comuni della Basilicata.
E’ stata Elisa Laraia, artista lucana, che con l’opera Private Conversation da anni lavora sul trasferimento del vissuto privato nel pubblico con urban screen e fotografie di grandi dimensioni, ad aver ideato nel 2004 il LAP, divenuto laboratorio permanente attivo a Potenza dal 2009, laboratorio che ha trasformato il capoluogo lucano in un inedito spazio espositivo, con 7 postazioni permanenti delle dimensioni di 5x2,5m distribuite nella città secondo un percorso di fruizione urbana, studiato sui flussi di maggior transito. Laraia, Art Director del LAP | Public Art Award, con il suo gruppo di lavoro, formato da Monica Nicastro e Mio D’Andrea Santoro, ha lanciato il LAP oltre i confini urbani, aprendo altre due piattaforme espositive permanenti a Calvello e Corleto Perticara, sul modello potentino, e una piattaforma espositiva itinerante con gli urban screen sui palazzi storici della Basilicata, che ha interessato nell'estate 2013 i borghi di Acerenza, Forenza, Calvello, Corleto Perticara, oltre alle città di Potenza e Matera.

Sei delle sette postazioni permanenti del LAP a Potenza, 2009 



2013 si caratterizza per due tasselli importanti nell'evoluzione del progetto LAP. Il primo tassello è stato il coinvolgimento non più solo dello spazio urbano della città di Potenza, ma dell’intero paesaggio della Basilicata, sia con la tecnica dell'urban screen sia con altre postazioni permanenti.
Nella programmazione estiva è stata videoproiettata l'opera Private Conversation di Elisa Laraia, ritratto antropologico della Basilicata, il cui tappeto sonoro è rappresentato dalle voci dei cittadini dei diversi borghi interessati all'urban screen, i cui volti si contaminano con le silhouettes create dall'artista potentina, come sintesi tra la concreta vita del borgo e il mondo ideale dell'arte.


Urban screen nei palazzi storici dei Comuni della Basilicata



Potenza, Teatro Stabile, 2013




Matera, Sassi, Via Buozzi, 2013

Il secondo tassello è stato il lancio del Public Art Award, social network e primo concorso internazionale dedicato all’Arte Pubblica, finalizzato a esplorare la regione Basilicata. La Giuria altamente qualificata, formata dal presidente Spencer Tunick, artista di fama internazionale, da Bruno Di Marino, storico dell’immagine in movimento, e da Basak Malone, gallerista di New York, deadline 30 ottobre, premierà 2 artisti, senza limiti di età, uno nella sezione video e uno nella sezione fotografia, con un premio in denaro (8000,00 euro complessivi), con l’esposizione all’interno degli spazi del LAP nella Città di Potenza e nei borghi di Corleto Perticara e Calvello e con proiezioni video su monumenti storici dei Comuni della Regione Basilicata, con la tecnica dell’urban screen. La cerimonia di premiazione degli artisti vincitori è prevista per la metà di Novembre 2013.


La sezione del Public Art Award dedicata agli artisti under 35 si è chiusa il 12 settembre con la selezione di 20 artisti per la partecipazione al Corso Superiore di Arti Visive tenutosi, dal 16 al 22 settembre, nelle sedi universitarie di Potenza e Matera, con i docenti Bruno Di Marino, Bianco e Valente, Emilio Fantin, Anna Detheridge, Mariadelaide Cuozzo ed ha avuto come ospiti l'antropologo Francesco Marano e Angelo Bianco della Fondazione Southeritage di Matera. Il Corso Superiore di Arti Visive, che si è avvalso del partenariato del DiCEM Dipartimento delle Culture Europee e del Mediterraneo: Architettura, Ambiente, Patrimoni culturali, ha garantito a tutti i corsisti attestati di partecipazione e agli iscritti all'Università della Basilicata crediti formativi. 


Lezione conclusiva del Corso Superiore di Arti Visive con Bruno Di Marino. Foto di gruppo.




Il 16 settembre si è tenuto a Potenza il convegno – lezione aperta sul tema LAP “Basilicata terra d'arte. L'Arte Pubblica tra locale e globale” che ha aperto il Corso Superiore di Arti Visive. Al convegno hanno partecipato, insieme a Elisa Laraia, rappresentanti delle Istituzioni che sostengono il LAP e i docenti del Corso.


Il LAP Laboratorio permanente di Arte Pubblica è sostenuto dalla Regione Basilicata con Fondi Ministeriali per le Politiche Giovanili, è patrocinato dal Comune di Potenza, dall’ANCI, dai Comuni di Corleto Perticara, Calvello, Forenza, Acerenza, dall’Università degli Studi della Basilicata, è supportato dal Comitato per Matera capitale della cultura 2019, dalla Lucana Film Commission, dal Comitato Promotore Fondazione CRESCO in Basilicata, con la partnership di Total E&P Italia S.p.a.

La partnership con Total E&P Italia S.p.a.  ha consentito nel 2013 l’apertura del secondo polo espositivo del LAP, con installazioni permanenti nel Comune di Corleto Perticara, rendendo così concreta la realizzazione dell’obiettivo dell'espansione e della permanenza del LAP sul territorio della Basilicata. 

La partnership con il Comune di Calvello e l'Associazione Prima Persona ha consentito l'apertura del 3° polo espositivo permanente a Calvello.

Alcune note sul LAP

Quali gli elementi che caratterizzano il LAP Basilicata?
  • Valore artistico in un campo dell'arte contemporanea particolarmente complesso, valore consacrato dall'adesione al progetto di Spencer Tunick, uno dei più grandi interpreti dell'arte pubblica nel mondo, che è Presidente della giuria del Public Art Award. Nel suo video messaggio di saluto Tunick ha dichiarato di essere felice di aver accettare l'invito a far parte di questo progetto decisamente interessante e innovativo: il LAP Laboratorio permanente di arte pubblica e il Public Art Award. - Attendo di esaminare i progetti degli eccellenti artisti - ha dichiarato Tunick - che parteciperanno alla competizione e di venire in Basilicata per la creazione di uno dei miei lavori. Sono estremamente onorato di essere stato scelto come Presidente di giuria del Public Art Award e ho accettato con molto piacere la nomina. Il progetto mi darà anche l'opportunità di conoscere la bellissima regione Basilicata. -.;
  • Valorizzazione del territorio della Basilicata e prospettiva internazionale;
  • Modello di sintesi di impegno artistico e attenzione ai processi produttivi, che vengono innescati dalla realizzazione degli obiettivi del progetto, nel suo carattere di permanenza, infatti, nei prossimi 3 anni, offrirà opportunità di lavoro retribuito alla comunità lucana, dando risposta alla domanda di lavoro dell’associazionismo culturale diffuso in Basilicata, nella prospettiva di diventare impresa culturale autonoma;
  • Dimensione di rete tra Associazionismo culturale, Istituzioni pubbliche e imprese private, unica vera prospettiva di sviluppo di iniziative culturali di grande spessore, e conseguentemente di notevole impegno finanziario;
  • Attenzione alle dinamiche relazionali, attraverso il social network attivo su www.publicartaward.com, il primo social dedicato esclusivamente all'arte pubblica, che, peraltro, dà un grande segnale contro l'omofobia, non limitando la scelta del genere ai soliti M/F/Altro;
  • Attrattività per i giovani artisti, chiamati a cimentarsi con una grande palestra di produzione/comunicazione, qual è l'arte pubblica, ma anche premiati con una grande opportunità: il Corso Superiore di Arti Visive, con docenti del calibro di Bruno Di Marino, Bianco e Valente, Emilio Fantin, Anna Detheridge, Mariadelaide Cuozzo e rilascia attestati di livello universitario e crediti formativi.
www.laboratoriopermanentediartepubblica.it
www.publicartaward.com

sabato 14 settembre 2013

Un invito 
Un'iniziativa che vuol premiare il lavoro di squadra nel campo del giornalismo

"Attestato di Merito" a professionisti dell’informazione da parte del Corriere di Puglia e Lucania nel Mondo
“La testata giornalistica on-line, Corriere di Puglia e Lucania nel Mondo www.corrieredipugliaelucania.it, in considerazione del costante riscontro da parte dei lettori che seguono, in Italia e in diversi Paesi del mondo, i suoi contenuti giornalistici, ha ritenuto di assumere una iniziativa tesa a valorizzare il lavoro di squadra, la predisposizione e l’ottima professionalità dimostrata dai numerosi colleghi giornalisti, stagisti e collaboratori in Italia e nel mondo, ciascuno nel settore di specifica pertinenza.
Per tale motivo sarà conferito ai colleghi giornalisti nonché ad alcune personalità rappresentative della cultura, della scuola e dell’impegno sociale, un "ATTESTATO DI MERITO" in segno di gratitudine e come simbolo di ringraziamento per l’entusiasmo e l’impegno profuso per migliorare sempre di più i contenuti delle notizie e rendere interessante la comunicazione in favore dei lettori in Italia e nel Mondo.
La consegna degli attestati sarà effettuata presso l' I.P.S.I.A. "Luigi Santarella" Sala Convegni "Anna Maria Fantasia Montrone" in Via Giuseppe di Vagno 10 , 70126 Bari, (adiancente Piazza Antonio Gramsci, vicinanze Rai), il giorno 20 settembre p.v., alle ore 17.00.
Intendiamo valutare il merito di tutti e l'impegno profuso da ogni collaborazione ricevuta da ogni parte dei cittadini del mondo. Siamo aperti a tutti coloro che intendono impegnarsi nel settore dei media.
Attestazione di merito del Corriere di Puglia e Lucania nel Mondo (in ordine alfabetico) a:
Avogadro Avv. Enrico Guglielmo - Buenos Aires (argentina)
Bartoli Avv. Oscar – Washington DC (USA)
Brignola Comm. Giorgio - Redazione estero del Corriere di Puglia e Lucania nel Mondo - Genova
Carbonara Prof. Antonio - Capurso (Bari)
Cardanobile Federico – Bari
Casto Angelo – Regista Arancia Film- Foggia
Civitano Dr. Domenico – Bitetto (Bari)
D’Agata Avv.Giovanni - Sportello Diritti degli Immigrati - Lecce
De Angelis Francesco - Titolare Società ROLLS SERVICE di Roma
De Nittis Prof. Carlo - Dirigente Scolatico dell'Istituto Professionale di Stato "Luigi Santarella" di Bari
De Robertis Prof. Anton Giulio – Università di Bari
Fiorini Cristina - Responsabile Stage Società: ROLLS SERVICE di Roma
Fondazione Pietro Nenni - Roma
Guarnieri Cav. Antonio – Cisternino (Brindisi)
Liso Avv.Loredana - Bari
Malcangio Dr.ssa Maddalena - Bari
Marcario Antonio Nicola - Bitetto (Bari)
Marcario Giuseppe - Roma
Massari Giuseppe - Gravina in Puglia
Pallotta Dr. Giampiero – Sydney (Australia)
Pastore Vitoronzo – Casamassima (Bari)
Peragine Francesco - Bari
Ramelah Ashraf - Founder and President Voice of the Copts - Egitto
Rausa Dr.Paolo – Giornalista e Regista, Milano
Shehu Avv. Natasha – Albania
Suma Dr.Gianfranco - Asti
Tolomeo Alessandro – Bari
Trione Dr.Canio – Vice Direttore del Corriere di Puglia e Lucania nel Mondo - Bari
Vacca Alberto – Sovrano Gran Commendatore del Rito Scozzese Antico e Accettato - Giurisdizione Italiana
^^^^^^
Attestato di Stage presso il Corriere di Puglia e Lucania nel Mondo
Guerrera Marco – Catania
Castellani Simone – Roma
Margiotta Vincenzo – Ruvo di Puglia
Messina Adriano Domenico Messina - Catania
A tutti i sopra indicati colleghi premiati in questa circostanza particolare sarà conferita la tessera di Soci Onorari per i meriti acquisiti con la loro opera a favore del Corriere di Puglia e Lucania nel Mondo. wwww.corrieredipugliaelucania.it .”
La consegna degli Attestati sarà effettuata nella sala Convegni “Anna Maria F'antasia Montrone” dell’Istituto Professionale di Stato per l'Industria e l'Artigianato Luigi Santarella,  Via Giuseppe di Vagno, 10, 70126 Bari ,il giorno 20 settembre p.v., alle ore 17.00.”
La stampa è invitata a partecipare
ll direttore Editoriale                                                                        Il Direttore Responsabile
Cav. Dr.Antonio Peragine                                                           Dr.ssa Nunzia Berardini