domenica 26 aprile 2009

XI Settimana della Cultura




Nell’ambito dell’XI Settimana della Cultura 2009, promossa a livello nazionale dal MiBAC, si è tenuta nella Biblioteca Nazionale di Potenza la presentazione del Quaderno di ,Scriptavolant 2009 “Leggere e scrivere creativamente”, a cura di Lorenza Colicigno, raccolta di testi dal corso di scrittura creativa, dizione e scrittura espressiva, tenuto in biblioteca dalla stessa Lorenza Colicigno e da Isabella Urbano, patrocinato dalla Biblioteca Nazionale e dalla Consigliera di Parità della Provincia di Potenza, Liliana Guarino. La Consigliera ha sottolineato la valenza identitaria della scrittura creativa, in particolare riguardo all’identità del genere femminile, che, schiacciato dai molteplici ruoli e dalle poche opportunità, non sempre approda alla scrittura come forma di espressività consapevole. Il Direttore della Biblioteca Nazionale, Franco Sabia, nel suo intervento ha rilevato l’importanza di aprire la biblioteca alle attività culturali promosse dalle associazioni culturali, soprattutto ad attività che promuovono la lettura critica e la buona scrittura, elementi genetici di ogni biblioteca. Lo scrittore Claudio Elliott ha affermato che la scrittura creativa offre le indicazioni di base per avviarsi correttamente alla scrittura letteraria, che può essere spesa nel mercato editoriale, o semplicemente alla scoperta di un’attitudine che consente una più compiuta espressione di sé. Le parole chiave del corso “libera-mente”, “mano-leggera” e “voce-sicura” hanno accompagnato i corsisti nelle esercitazioni che sono state parte integrante del corso. Tra i testi selezionati per la pubblicazione quelli di Carmen Cangi, Fabiana Santangelo, Maruska Mazzoni, Laura Santarsiero, Antonietta Triani, Daniela Latronico, Antonietta Marsico e Antonio De Felice. “Leggere e scrivere creativamente” si chiude con un epistolario in progress “Il sogno e l’attesa”, scambiato tra i corsisti tramite e-mail, che è servito a consolidare l’impegno a fare della scrittura un personale linguaggio espressivo, al di là della durata del laboratorio. Durante l’iniziativa di presentazione alcuni corsisti hanno tenuto un reading con testi propri e d’autore, dimostrando con una corretta lettura espressiva, quasi teatrale, l’apporto essenziale di Isabella Urbano, nel consentire il superamento delle timidezze che spesso impediscono alla voce di esprimere tutte le sfumature del testo. L’incontro si è concluso con il testo “Le rose”, di Maria Carmela Tetto, che ha seguito in passato i corsi di Scriptavolant, approdando ad una scrittura decisamente professionale; il testo è stato letto con perizia da Isabella Urbano. Il corso di scrittura creativa, dizione e lettura espressiva, che proseguirà in Biblioteca Nazionale il giovedì, è parte delle attività delle Associazioni Art Factory Basilicata e Scriptavolant.

Si sono tenuti il 16 marzo 2019, a Potenza, i primi tre Tour del LAP Laboratorio permanente di Arte Pubblica nelle postazioni urbane d...