mercoledì 25 novembre 2009

25 Novembre 2009 - Giornata mondiale contro la violenza sulle donne

Donne, fuori, fuori a gioire, a soffrire, a morire,
a far la spesa, a paperiare, a lavorare, pronte
a dividervi in pezzi, pezzetti, frammenti di carne e sangue,
donne belle di fatica, donne sfigurate da acidi maritali,
donne, women, femme, امرأة, 女人, bean, vrou, grua,
жанчына, жена, dona, žena, 여성, kvinde, amiche,
compagne, sfruttate, demolite, osannate
e violate, voi esperte a curare, non a farvi curare, ad amare,
a farvi amare anche, con passione e rispetto,
fortunate testimoni di una normalità
serena, o camuffata, o turbata, o svenduta al marito
carnefice, voi, sbattute sul letto o strette
ai muri di casa, investite da auto drogate
di potere maschile. Donne, su su su, gioite, la violenza
contro di voi si celebra, oggi si parla si discute si ricorda
le battaglie, le protezioni, le leggi, Pechino, le giuste
parole, le parole dei giusti, contro padri incestuosi,
mariti ingiuriosi, compagni carcerieri, figli tiranni,
padroni che licenziano, lingue che uccidono.

Donne, voi salite nell’anonimo giorno, belle della vostra
umile schiena curva a gestire
menage da seconda settimana,
sulla scena del mondo, intanto, splendete
nello scintillio dell’immagine dei vostri corpi inarcati
dentro invisibili tanga,
alle vostre bocche violate da cunei di gelato
peccaminoso,
dai vostri occhi che promettono paradisi proibiti
di rosso aperitivo,
voi siete questo, mentre gestite il vostro quotidiano
tour di cure, mentre attraversate città
e campagna tra lavoro e amore?

Donne, su su su, oggi si festeggia
il vostro giorno di vittime.

Si sono tenuti il 16 marzo 2019, a Potenza, i primi tre Tour del LAP Laboratorio permanente di Arte Pubblica nelle postazioni urbane d...