sabato 22 agosto 2009

L'eredità di Fernanda Pivano




Pace e libertà, utopie da persone
speciali. E Fernanda Pivano è
speciale, per le sue passioni,
le sue emozioni, le sue delusioni.

Scrivere di lei, mentre ci lascia
con il corpo, non con le parole,
rileggendo i suoi messaggi di pace
e libertà, che restano àncore e stelle
polari del nostro percorso di vita:

scrivere, per comunicare valori,
scrivere, per sostenere speranze,
scrivere, per generare pace,
scrivere, per liberare libertà.

Fernanda Pivanio ha scritto
di questo e per questo, fedele
e tenace, da 92 anni e per sempre.
Lei che soffrì per la sua America,
quell'11 Settembre, fatale
spartiacque tra i secoli.

Lei che patì le vene indebolite,
impotenti a resistere alle passioni
intense, così come avrebbe voluto
sempre e per sempre, lei che seminò
semi di azioni quotidiane, e suggerì
la speranza contro la tragedia della vita.

Fernanda, che amò l'America,
ne amò la libertà, mentre, bandita
dalla sua Patria, si aggirava nei luoghi
dell'anima, intanto, e dei libri. Fermanda
che fece amare l'America di Spoon River,
lei che amava i giovani per la loro eterna
giovinezza, e la pace, meta invano
inseguita nel suo esilio perenne.

Si sono tenuti il 16 marzo 2019, a Potenza, i primi tre Tour del LAP Laboratorio permanente di Arte Pubblica nelle postazioni urbane d...