sabato 29 giugno 2013



Per iniziare “Omaggio alla Basilicata”, regione ospite, e alla Serbia, nazione ospite, nella Notte bianca della poesia”che si è tenuta a Bari il 23 giugno 2013. - La Basilicata – ha detto, tra l'altro, la poetessa e critico letterario Anna Santoliquido, originaria di Forenza, ma da molti anni a Bari, organizzatrice dell'evento in collaborazione con le Istituzioni pugliesi – si adorna delle Dolomiti, del Pollino, del Vulture. Bagnata dallo Ionio e dal Tirreno, è attraversata da fiumi cantati da poeti e scrittori. Falchi e aquile solcano il cielo. Volpi elucciole sfidano il buio. Luogo di magia e set cinematografico, ha boschi poderosi. Orazio e Isabella Morra sono stelle fulgide, Tansillo e le Accademie la nobilitano. Scotellaro, Sinisgalli, Pierro, Giuliana Brescia accendono la fantasia dei lettori. Levi e Pedio l'hanno amata alla follia. Guerricchio l'ha dipinta come una dea. Tra le case di pietra il mito palpita ancora. Nella notte bianca della poesia il respiro della mia terra si unisce alla brezza del mare di Levante. Ed è incanto e resurrezione. -. Così esprime Anna Santoliquido lo spirito di questo incontro tra creatività pugliese, lucana e serba, in una notte di reading, esecuzioni musicali e danze, dalle 21.00 alle 3.00 e oltre. Insieme a Nicola De Matteo, Consigliere della Provincia di Bari e poeta, Massimo Posca, Vicepresidente Consiglio Comunale di Bari, Francesco Schittulli, Presidente della Provincia di Bari, presenti alcuni rappresentanti delle Istituzioni lucane, oltre a Marco Arcieri, intervenuto a nome del Presidente della Regione Basilicata Vito De Filippo, c'erano il Sindaco di Forenza Franco Mastrandrea, il Vicesindaco del Comune di Genzano di Lucania, Viviana Cervellino (a nome del Sindaco Rocco Cancellara che stava poco bene), per il Comune di Ferrandina c'era il Consigliere delegato Francesco Prete (a nome del Sindaco Saverio D'Amelio che si trovava a Bruxelles). Hanno inviato messaggi il Sindaco di Tricarico Angela Marchisella e il Sindaco di Rionero in Vulture Antonio Placido. Ampia la presenza lucana in una notte ricca di iniziative: presentazione dell'antologia “Scritture e scrittori dell'Alto Bradano dagli anni '60 ad oggi”, di Franca Amendola, a cura di Raffaele Nigro; reading dei poeti Antonio De Rosa, Francesco Garramone, Giovanni Rosiello, Rossana Tinelli, Antonio Colandrea, Giovanni Di Lena, Dina Ferorelli, Maria Cinquepalmi, Grazia Daddario, Virgilio Franzel, Graziella Todisco, Alessandro Fariello, Rocco Di Poppa; intervento dell'Associazione culturale “Matera Poesia 1995”, con Maria Antonella D'Agostino; happening di Donato Linzalata, musiche e canti popolari lucani di Antonio Golia, Franca Amendola e Donato Linsalata; presentazione de “Cartoline antelucane” di Vincenzo Leggieri, a cura di Eugenio Scardaccione, con letture di Antonio Giulio Scardaccione; lettura di testi di Rocco Scotellaro, a cura del Centro di documentazione omonimo, con Giuseppe Miseo; canti delle tradizione orale tricaricese, con Antonio Guastamacchia, Paolo Cavarelli e Federico Santangelo; Antonio Masini ha parlato della poesia di Orazio, delle emozioni personali che l'incontro con il poeta latino ha risvegliato in lui, emozioni che ha tradotto in immagini e parole in un volumetto dedicato al grande venosino. Maria Raffaella Pennacchia Vertone, Presidente Comitato Potenza “Dante Alighieri”, ha parlato dei parchi letterari lucani, in relazione alle attività svolte dalla “Dante” nel 2013. - Grande l'importanza dei due parchi letterari “Carlo Levi” e “Albino Pierro” - ha detto Pennacchia Vertone - nello sviluppo della cultura e del progresso economico della Basilicata. -. Nel parlare dei parchi, Pennacchia Vertone ha anche sollecitato la curiosità dei presenti, trascinati dalla Presidente “Dante” Potenza in un tour emozionale nei parchi, attraverso immagini di grande suggestione. Lorenza Colicigno ha parlato della poesia lucana, ricordando, tra gli altri, la poetessa recentemente scomparsa Gina Labriola; Roberta Positano ha parlato delle poetesse dell'antica Grecia. Ricordata, alla presenza del fratello, nel quarantennale della morte, con un commosso intervento di Anna Santoliquido, la poetessa Giuliana Brescia, nata a Rionero in Vulture e morta a Bari all'età di 28 anni. Una notte di poesia, di musica e danza in un crescendo di partecipazione collettiva, che ha certo premiato l'impegno di Anna Santoliquido e delle Istituzioni locali pugliesi.




Biennale di Venezia